Merano durante l'epidemia di coronavirus

Potrai trovare le informazioni più recenti sul Coronavirus in Alto Adige sul sito web della IDM.

La situazione a Merano

Ciò che  sta accadendo a Merano, ma naturalmente anche in Alto Adige, in Italia, in Europa e ora in tutto il mondo, sta cambiando rapidamente tutta la nostra vita. Tutti ne sono colpiti in un modo o nell'altro, indipendentemente dall'origine, dall'età, dalla razza o dallo status sociale. La pandemia Covid-19 ha raggiunto anche il territorio di Merano, dopo aver colpito duramente alcune regioni confinanti del nord Italia.

La città di cura di Merano, ma anche i suoi dintorni sono fortemente sostenuti dal settore del turismo. E noi possiamo affermare di essere veramente orgogliosi del nostro turismo: Qui, ai piedi del Gruppo Tessa e del Monte Ivigna, viene offerto un turismo di qualità. L'alta densità di hotel a 4 e 5 stelle a Merano e dintorni, che si sono guadagnati un'ottima reputazione non solo con l'ospitalità tradizionale, ma anche con la massima professionalità nei servizi, parla da sola ;nelle cucine e nelle loro cantine e, non da ultimo, con le loro strutture molto moderne. Il paesaggio, che spazia dal mediterraneo all'altopiano, dai frutteti fioriti alle scoscese scogliere del Monte Ivigna, è unico. Parlano da sole anche le numerose attrazioni, come le nuove Terme Merano, i giardini botanici di Castel Trauttmansdorff, la nuova funivia di Merano 2000 e i numerosi musei, negozi, ristoranti, bar, ecc... che hanno riscosso un grande successo e che negli ultimi anni hanno registrato un vero e proprio boom.

Quest'anno è (ancora) diverso. Merano, come tutte le altre regioni turistiche in Italia e nelle Alpi, è attualmente vuota. Vuota di ospiti, vuota di incontri, vuota di tutto. Al momento, a causa della rigida quarantena, noi che viviamo qui come del resto tutti in Italia, siamo autorizzati a lasciare la casa solo a determinate condizioni. Non possiamo bere caffè al bar (sono tutti chiusi!), non possiamo pranzare al sole in uno dei numerosi ristoranti. Facciamo anche a meno di escursioni e passeggiate. Molti di noi si stanno trovando senza lavoro perché lavorano nel settore del turismo.
Anche se a volte, a malincuore, queste restrizioni si ripercuotono su noi stessi, ognuno fa  del suo meglio, se possibile, per scacciare lo spettro del Covid-19 da Merano – affinché tutto presto torni la normalità!

Nel frattempo, VisitMerano cercherà di tenervi informati sulla situazione attuale di Merano, di fare dei confronti, di mostrare cose bellissime e senza precedenti e, non da ultimo, di accompagnare la fine, si spera imminente, della pamdemia e l'inizio della stagione turistica 2021:

1

Recap- La seconda metà del 2020 durante la Pandemia

Un rapido sguardo agli ultimi mesi di questo anno COVID-19
È stata una buona, una grande stagione estiva 2020 per gli ospiti, la gente del posto e anche gli hotel di Merano, nonostante tutte le avversità. Con cifre di infezione estremamente basse, ci si trovava benissimo a Merano e dintorni, la città era vivace, per un certo periodo non c'era nemmeno l'obbligo della mascherina, purché si rimanesse all'aperto e si mantenesse la necessaria distanza dai propri simili. Da settembre 2020, tuttavia, gli impatti si sono avvicinati. Sono stati soprattutto vacanzieri a riportare il virus nelle loro zone d'origine, che hanno portato un numero sempre maggiore di infezioni in tutto l'Alto Adige. Le norme sulla distanza e sull'igiene sono state costantemente inasprite, ma sempre più persone sono state contagiate, il che ha portato finalmente un avviso di viaggio da parte del Ministero degli Esteri del Governo Federale Tedesco. Allo stesso tempo, sempre più eventi a Merano sono stati cancellati. Quindi nessuna festa dell'uva, che normalmente attira più di 30.000 visitatori, poco dopo il Merano Winefestival è stata annullato. Tutti gli alberghi sono stati costretti a chiudere in ottobre e purtroppo hanno dovuto anche mettere sulla strada i loro numerosi collaboratori. 
Chi era ancora ottimista sul fatto di vivere un inverno a Merano almeno a metà del normale, è rimasto amaramente deluso: il Mercatino di Natale di Merano è stato cancellato, e nuvole scure si sono radunate anche sul cielo sciistico. Dopo un lungo avanti e indietro, l'apertura dei comprensori sciistici è stata rinviata, prima dall'inizio di dicembre alla settimana di Natale, poi al 7 gennaio 2021. Come si può vedere nella stampa nazionale, anche questa data è attualmente in discussione, ci sono sempre più voci che questa data può anche scivolare indietro a metá febbraio.

Ma ci sono anche cose positive da segnalare: La popolazione dell'Alto Adige ha dimostrato di essere unita nella crisi. Nel corso di un test di massa, oltre il 70% della popolazione si è offerta volontaria per il test, il che non solo ha ridotto le cifre dell'infezione, ma ha anche ridotto notevolmente la pressione sugli ospedali della regione. Nel complesso, l'umore e la popolazione sono piuttosto positivi, l'opinione prevalente è che con l'arrivo delle prime vaccinazioni e i prossimi mesi caldi da marzo in poi, qualcosa di simile alla normalità ritornerà lentamente. Naturalmente, guardiamo un po' preoccupati anche oltre i nostri confini, soprattutto da dove vengono i nostri ospiti. Anche loro soffrono sotto il peso della pandemia, l'avviso di viaggio tedesco ancora esistente prevede una quarantena di 14 giorni per tutti coloro che si recano nelle aree a rischio. Al momento sembra (e noi crediamo!) che con l'aiuto delle prossime campagne di vaccinazione e dei caldi mesi primaverili ed estivi, le vacanze a Merano saranno di nuovo possibili, i migliori hotel di Merano hanno già fissato le loro date di apertura e messo insieme interessanti pacchetti.
2

30. Aprile 2020

Quando apriranno finalmente gli hotel a Merano?
Un nuovo post sul blog parla della riapertura degli hotel di Merano e dell'Alto Adige. Quando si può ricominciare? Quando gli hotel di Merano e dintorni potranno nuovamente ricevere ospiti? Abbiamo analizzato la situazione attuale e abbiamo cercato di darvi una visione d'insieme.

Leggi di più
3

17 aprile 2020

Video: Primavera a Merano durante la chiusura di Covid-19
lauben covid
C'è un nuovo video! Questa volta è tutto incentrato sui punti salienti della Primavera di Merano. Per tutti coloro che devono rinunciare alle vacanze di primavera, abbiamo deciso di visitare con la nostra videocamera quei luoghi particolarmente suggestivi e invitanti in questo periodo dell'anno.

Leggi di più
4

25 marzo 2020

Video
Qual è la situazione a Merano in questi giorni? E come ci sentiamo quando pensiamo ai nostri amici e ai nostri ospiti?
Le registrazioni di questo video sono state effettuate venerdì scorso, nel primo pomeriggio. È stato surreale vivere la nostra bella città a più di 20 gradi e un magnifico fiore, quasi come in un sonno profondo.

Resteremo a casa, in modo che le passeggiate, le strade e le piazze, ma anche i bar, i ristoranti e i negozi si riempiranno presto di nuovo di vita. Resta da sperare che tutti noi non dobbiamo più fare questa esperienza.

Rimanete in salute ovunque voi siate!
5

20 marzo 2020

Foto in foto - 1 anno in mezzo
merano alto adige coronavirus
Questa foto è stata scattata questo pomeriggio. La foto nella foto è del 20 marzo 2019, quindi c'è esattamente un anno tra le due immagini... entrambe sono state scattate davanti al popolare Caffè Darling, dove normalmente, come oggi con 21° al sole raramente si trova un tavolo öinero all'aperto. Non c'è niente di meglio che godersi caffè e torte, prosecco o un gelato al sole, vero?
Per quanto tragico possa sembrare a prima vista, si può anche vedere un aspetto positivo: Qui a Merano abbandoniamo davvero tutto e restiamo uniti per sbarazzarci del fastidioso virus Covid-19 il più rapidamente possibile!
6

19 marzo

Le serpentine
serpentine tappeiner
Ecco le serpentine, che dal centro di Merano sono un accesso molto frequentato alla passeggiata Tappeiner. Da oggi anche queste sono chiuse, così come l'intera passeggiata Tappeiner, l'area ricreativa di Lazago e tutte le passeggiate lungo il Passirio. Secondo una comunicazione del Comune di Merano, ciò dovrebbe impedire la formazione di ambarassamenti di persone, ma anche la possibilità che più persone si incontrino su strette passeggiate.
C'è da sperare che questa ulteriore misura contribuisca anche a far sì che questo periodo folle si concluda presto con la stessa rapidità con cui è iniziato...
7

18 marzo 2020

La Wandelhalle
In questo periodo dell'anno, in circostanze normali, decine di persone si crogiolano qui alla Wandelhalle di Merano. Uomini d'affari frettolosi che devono raggiungere l'ufficio, eleganti signore di Maia Alta in transito verso i caffè per la chiacchierata mattutina, ma anche molti, moltissimi ospiti, per lo più con gli smartphone a mano, per immortalare fotograficamente la magnifica primavera.
Il video mostra la situazione di stamattina.
8

17 marzo 2020

La Kurpromenade
parkbanke corona
Questo non era mai successo prima, nemmeno durante le guerre mondiali, dove Merano fungeva come cittá lazzaretto. Nonostante il tempo da sogno, le temperature primaverili e una prima fioritura favolosa, le panchine del parco sul lungopassirio rimangono vuote, poiché anche lìntera passeggiata è deserta.
9

16 marzo 2020

Strade deserte
Incredibile ma vero. Qui, all'incrocio vicino al castello di Rametz, dove si incontrano tre strade trafficate, alle 11.20 di questa mattina non c'era traffico. Normalmente in questo periodo dell'anno tanti veicoli di consegna e le auto da e per Merano, Scena e Avelengo si trovano allineate qui, una dopo l'altra.
10

15 marzo 2020

La prima domenica di primavera 2020
Primavera Merano
Dopo che il sole si è imposto contro la dura nebbia alta nel bel mezzo della mattinata, la domenica di oggi è diventata una prima domenica di primavera abbastanza rispettabile! Soprattutto il sole era abbastanza piacevole, quindi non c'è da stupirsi che oggi a mezzogiorno i balconi e i giardini di tutti coloro che erano costretti a stare in casa fossero sovraffollati dagli amanti del sole :-)
Alloggi consigliati