Lungo il fiume Passirio

Da tempo immemorabile, il Passirio si snoda attraverso Merano. Questo fiume è stato fino all'alto Medioevo una maledizione (inondazioni catastrofiche) e una benedizione (acqua fresca e pulita dal Passirio), oggi è considerato il polmone verde di Merano.
Il Passirio ha sempre accompagnato la città di Merano. Ciò che inizia al Passo del Rombo come una piccola sorgente si trasforma in un fiume rispettabile attraverso numerosi affluenti della Val Passiria, delle Alpi Sarentine e del Gruppo di Tessa.

L'intero corso del fiume Passirio attraverso Merano è un'area ricreativa.

A metà del XIX secolo il corso del fiume Passirio è stato raddrizzato all'altezza di Merano, qui il fiume è stato costretto in un corsetto per evitare inondazioni. Grazie alla lungimiranza dei politici e dei direttori delle terme dell'epoca, fu creata contemporaneamente una zona ricreativa unica nel suo genere, le Passeggiata di Merano. Lungo la passeggiata termale il Passirio rende omaggio al Kurhaus, all'altezza delle Terme di Merano si entra due volte in contatto diretto con il fiume. Qui, nel punto più largo, vi attende una piattaforma panoramica in vetro sulla passeggiata termale, che galleggia liberamente sopra l'acqua.

Proprio di fronte è stato creato un accesso diretto con la Terrazza sul Passirio, accessibile da Piazza Terme.

Impressioni

Alla stretta e selvaggia gola della Gilf il Passirio lascia la Val Passiria a nord di Merano e si fa strada fra le rocce granitiche prima di essere attraversato da un suggestivo ponte. Questo attira spesso artisti ed acrobati ad azioni mozzafiato.

Da qui il letto del fiume si allarga, l'acqua trascina tranquillamente verso il Ponte Romani del XVI secolo, accompagnato dalla passeggiata estiva e invernale su entrambi i lati. Dopo una breve curva, l'acqua scorre dritta attraverso Merano, oltre la Wandelhalle, per passare sotto il magnifico ponte delle poste.

L'intero corso d'acqua dalla Gola della Gilf al Ponte Teatro è costeggiato su entrambi i lati dalle Promenade, sentieri escursionistici splendidamente curati, con una grande varietà di piante e alberi diversi.
Nel 1419 ebbe luogo l'ultima grande inondazione della città da parte del fiume Passer, come testimoniano ancora oggi i grandi massi davanti alla chiesa dello Spirito Santo.

Assolutamente da vedere lungo il fiume: le terrazze del Passirio all'altezza delle terme di Merano, che offrono un accesso diretto all'acqua, e la Gola della Gilf, dove il Passirio si tuffa attraverso uno stretto corsetto di roccia granitica verso Merano. Particolarmente suggestivo è il ben conservato "Ponte Romano", il ponte in pietra del XVII secolo, che conduce in alto sul fiume e collega la città vecchia con Maia Alta.

Mappa

cose da vedere a merano
Cose da vedere
destinazioni merano
Nei dintorni di Merano
famiglia merano
Cose da fare
Tutti Cose da vedere
Cinema Natura Knottnkino
Cose da vedere
Seggiovia Merano – Tirolo
Cose da vedere
Torre delle polveri
Cose da vedere
La Wandelhalle
Cose da vedere
Terme Merano
Cose da vedere
I portici di Merano
Cose da vedere
rione steinach
Cose da vedere
Castel Trauttmansdorff
Cose da vedere
cose da vedere a Lagundo
Cose da vedere
cose da vedere a merano
Cose da vedere
Alloggi consigliati